mercoledì 15 febbraio 2017

Recensione "Una maschera sul cuore" di Simona Busto

Titolo:

Una maschera sul cuore

Autore: Simona Busto
Prezzo Cartaceo: €11.02
Prezzo Ebook: €2.99

Trama:
"Christian Lobianco è un giovane attore italo-americano che sta vedendo la propria carriera giungere a un prematuro tracollo. Per ovviare al problema accetta un ruolo impegnativo e drammatico, che potrebbe portarlo di nuovo sotto le luci della ribalta. Per spingerlo a entrare nel ruolo di un giovane operaio in tempo di crisi, il suo agente lo obbliga a recarsi a Milano, dove è meno facilmente riconoscibile, e rimboccarsi davvero le maniche nel reparto produttivo di una fabbrica.
Eva Castelli ha solo vent’anni, ma la vita l’ha già obbligata ad abbandonare qualsiasi sogno. Le resta una sola passione, quella per il canto, coltivata con fatica e sacrificio.
Entrambi indossano una maschera che cela sentimenti e aspirazioni. La passione che li infiamma sin dal primo sguardo minaccia di ridurre in cenere i travestimenti che li proteggono.
Vale la pena scoprire il vero aspetto delle loro anime? Quando la maschera sarà svanita in una nuvola di fumo, scopriranno di potersi amare e o resteranno delusi dalle reciproche fragilità?
Nel grigio freddo della Milano invernale, due ragazzi impareranno a scoprirsi."

Recensione:
La festa degli innamorati è ormai passata, ma io oggi vi parlo di una storia d'amore, una di quelle tormentate e passionali, ma partiamo dall'inizio.
Christian e Eva, i due protagonisti, si incontrano per la prima volta in un locale dove suona la band di lei e non appena i loro occhi si incontrano sono subito scintille.
Quella sera si scambiano solo un paio di sguardi ma riescono ad entrare l'uno nella mente dell'altra, poi casualmente il giorno dopo Eva scopre che il bel sconosciuto è un suo nuovo collega.
Niente di meglio direte voi, in fondo si piacciono da subito, ma ovviamente le cose non sono così semplici.
Christian è un attore in incognito per poter entrare nella parte di un operaio e sembra proprio che il suo agente abbia deciso di mandarlo nel luogo di lavoro più insopportabile di tutta Milano, con colleghi astiosi ed un capo Magazzino insensibile e cattivo per non dir altro.
Eva lavora in quel reparto da un po', lei è li per punizione per aver alzato i toni con persone importanti dei piani alti, il reparto magazzino viene descritto come un girone dell'inferno e poco ci manca in effetti, ma lei non può permettersi di lasciare il lavoro.
Il gioco di sguardi tra i due protagonisti prosegue al lavoro, non vorrebbero essere cosi attratti ma non ci possono fare nulla, le cose iniziano a complicarsi quando entra in scena Federico, amico d'infanzia di Eva ed anche lui operaio di quell'azienda.
Federico mi ha dato molto fastidio come personaggio, ha una cotta enorme per Eva ma è stato Friendzonato diversi anni prima ed ora passa tutto il libro ad avvertire/minacciare Christian perchè le stia alla larga, secondo me perché non vuole che nessuno la conquisti, visto che lui non c'è riuscito.
La storia si evolve tra ferite, salvataggi e risse e grazie a queste peripezie i protagonisti iniziano a conoscersi meglio e a scoprire la passione che li lega fin dal primo sguardo, ma ci sono molte cose non dette e molte bugie che presto o tardi verranno a galla mettendo in pericolo il loro amore.



La vicenda è narrata in prima persona con un alternarsi del punto di vista di Christian e di quello di Eva, penso che questa scelta narrativa sia stata un arma a doppio taglio, perchè è vero che in questo modo noi lettori abbiamo una visione più completa della vita e dei sentimenti dei protagonisti, ma in alcuni punti ho trovato che questo continuo cambio di persona narrante abbia resto la storia un po' più lenta.
Ma nel complesso è stata una lettura piacevole, mi è piaciuto in modo particolare il rapporto di Eva con il piccolo Gabi e anche la storia del passato di lei è stata inaspettata ed emozionante.
Per quanto riguarda Christian mi è piaciuto che durante la storia sia riuscito a cambiare il suo modo di fare per Eva e anche il suo passato l'ho trovato interessante, avrei voluto che fosse solo un po' più approfondito.
Ho apprezzato anche le scene piccanti, vengono descritte in modo molto elegante ma senza togliere la passionalità del momento.
Questa storia però ha una grave imprecisione che mi ha disturbata dall'inizio alla fine, nella storia Christian è un' attore di Hollywood con una carriera in crisi, ma nonostante ciò rimane comunque molto famoso in tutto il mondo, io mi chiedo: com'è possibile che nessuno l'abbia riconosciuto?



In fondo aveva cambiato solamente taglio di capelli e vestiti, cosa che un attore fa più o meno in ogni film, perciò almeno qualcuno avrebbe dovuto riconoscerlo.
In generale Christian non ha avuto un comportamento molto da attore, mi aspettavo che avrebbe svolto il lavoro in magazzino analizzando gli aspetti che avrebbe dovuto fare più suoi per ripeterli nel film, insomma l'avrei voluto più concentrato sul motivo per cui era li, piuttosto che farsi coinvolgere fin da subito nei vari problemi con i colleghi.
Il finale è stato abbastanza prevedibile ed avrei voluto che fosse un po' più originale, non leggo molti romanzi rosa o di genere new adult, ma compenso questa mia mancanza guardando molti film e posso dirvi che il finale è proprio da film.

Giudizio:

Personaggio Preferito:
Ho apprezzato molto il personaggio di Eva, perchè è matura e molto forte ma al tempo stesso anche fragile, adoro quando parla della sua passione per la musica e per il canto perché si vede che riesce a godersi la sua età solo quando è sul palco.


6 commenti:

  1. Ciao!
    Grazie mille per il tempo dedicato al mio romanzo.
    La tua recensione mi ha fatto davvero un immenso piacere. <3
    Simona

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Sono curiosa di leggere la tua recensione :)

      Elimina
  3. Ciao Emili ❤
    Ho scoperto il tuo blog grazie alla rubrica di Toglietemi tutto, ma non i miei libri e mi sono unita con molto piacere ai lettori fissi.
    Anche io ho letto di recente Una maschera sul cuore e, leggendo la tua recensione, mi sono trovata d'accordo su molti punti, come il personaggio di Christian - davvero nessuno lo ha riconosciuto?
    E' stata comunque una lettura piacevole, soprattutto se si è appena concluso un mattone di libro come nel mio caso! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao silvia e benvenuta :)
      Secondo me se lo sono chiesti tutti i lettori come abbia fatto a passare così inosservato :D

      Elimina