lunedì 30 gennaio 2017

Recensione "Io sono il messaggero" di Markus Zusak

Titolo:

Io sono il messaggero

Autore: Markus Zusak
Editore: Frassinelli
Prezzo Cartaceo: €17.90
Prezzo Ebook: €9.99

Trama:
"L'esistenza di Ed Kennedy scorre tranquilla. Fino al giorno in cui diventa un eroe. Ed ha diciannove anni, una passione sfrenata per i libri, un lavoro da tassista piuttosto precario che gli permette di vivacchiare, e nessuna prospettiva per il futuro. Quando non legge, passa il tempo con gli amici giocando a carte davanti a un bicchiere di birra o porta a spasso il Portinaio, il suo cane, che beve troppo caffè e puzza anche quando è pulito. Con le donne non è particolarmente disinvolto, perché l'unica ragazza che gli interessi davvero è Audrey, la ragione per cui è rimasto in quel posto senza vie d'uscita. Capace di colpirlo al cuore con una frase: «Sei il mio migliore amico». Non serve una pallottola per uccidere un uomo, bastano le parole. Tutto sembra così tremendamente immutabile: finché il caso mette un rapinatore sulla sua strada, e Ed diventa l'eroe del giorno. Da quel momento, comincia a ricevere strani messaggi scritti su carte da gioco, ognuno dei quali lo guida verso nuove memorabili imprese. E mentre Ed diventa sempre più popolare, mentre nota una luce diversa negli occhi di Audrey e la gente lo saluta per strada, inizia a domandarsi: da dove arrivano i messaggi, chi è il messaggero? Come "Storia di una ladra di libri", Io sono il messaggero è un romanzo pieno di poesia e ironia. Con il suo stile unico, Markus Zusak sa raccontare la vita delle persone comuni in modo straordinario, dando un senso speciale anche alla più ordinaria delle esistenze: perché sono i piccoli gesti di altruismo a renderci eroi quotidiani. "

Recensione:
Questa storia ha inizio con una rapina, cosa non insolita nel quartiere dove vive Ed Kennedy, infatti lui e i suoi amici si dimostrano molto ironici nei confronti di quello che è evidentemente un principiante. 
Nulla di strano, finchè il rapinatore non sceglie di rubare la macchina dell'amico di Ed, che da brava catorcio con le ruote non vuole saperne di accendersi e condurre il povero malvivente verso la libertà, in quel frangente Ed agisce d'impulso e riesce a fermare lo sfortunato ladro.
Per questo suo gesto il nostro protagonista diventa eroe per un giorno e poi si aspetta di tornare alla sua normalità: una casa minuscola, il lavoro come taxista, le partite a carte con gli amici, l'amore non ricambiato per la sua migliore amica ed il suo amato e puzzolente cane, Portinaio, questa è la sua vita e non gli dispiace.


Ma Ed ben presto si rende conto che il suo eroico gesto ha attirato l'attenzione di qualcuno e la sua vita non sarà più la stessa.
La sua grande avventura ha inizio con una carta da gioco: l'asso di quadri con scritti tre indirizzi, la curiosità lo spinge ad andare ad osservare le case indicate e capisce subito che la carta vuole che lui si metta all'opera per portare un messaggio a chi vive in quelle abitazioni.
La storia si evolve in maniera sorprendente: con il mistero di chi abbia organizzato tutto che tormenta Ed e misteriosi personaggi loschi che compaiono qualche volta per "invogliarlo" a seguire le carte.
Il protagonista è costretto a diventare l'eroe che agisce nell'ombra, solitario e a volte un po' confuso; ogni carta racchiude un enigma da risolvere e delle "missioni" da portare a termine, ma dove porterà tutto ciò?
Questo libro mi ha conquistata a poco a poco, ci ho messo un po' ad abituarmi allo stile dell'autore, ma poi è stata una lettura emozionante e sorprendente.
Ed subisce una lenta ma inesorabile trasformazione mano a mano che si rende conto del suo ruolo di portatore di messaggi, vivrà avventure inaspettate e conoscerà persone meravigliose, ma vedrà anche la parte oscura del suo "lavoro" e si ritroverà ad affrontare situazioni molto complicate.
E' un personaggio che sorprende per la sua normalità ma soprattutto per la sua umanità, ha un modo di pensare molto ironico e realista che vi conquisterà, in particolare ho amato il rapporto che ha con il suo cane Portinaio, sono inseparabili e si capiscono al volo, pensate che Ed riesce addirittura a leggere nel pensiero del suo vecchio amico puzzolente.


L'enigma delle carte è davvero ben strutturato e tiene il lettore con il fiato sospeso fino all'ultima pagina, il misterioso ideatore sembra quasi un entità soprannaturale che sa tutto e vede tutto, il che in qualche caso è stato un po' inquietante, ma nonostante ciò Ed ha fede nella sua missione ed è convinto di fare del bene.
Il finale è stato emozionante ma non mi ha soddisfatta del tutto, avrei voluto delle spiegazioni più limpide, ma suppongo che l'autore abbia voluto mantenere un velo di mistero fino alla fine.
Consiglio di leggere questo libro perché è originale e ricco di messaggi positivi che possono essere racchiusi nel grande messaggio che si trova nel finale.

Giudizio:



Personaggio Preferito:
Ed perchè ho imparato a conoscerlo e ho visto la sua crescita come persona, ammiro la sua fede nelle carte e la consapevolezza che ha della realtà in cui vive e del fatto che non riesce a comprendere tutto quello che gli succede.

4 commenti:

  1. Questo romanzo sembra davvero molto interessante!
    Dovrò aggiungerlo alla mia lunga lista ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che riuscirà a conquistarti :)

      Elimina
  2. Ciao! Io ho adorato questo romanzo...l'ho letto in frettissima e l'ho trovato bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me lo sono gustato con calma :) ed anche a me è piaciuto molto!

      Elimina