mercoledì 25 gennaio 2017

Maratona Harry Potter: Harry Potter e la pietra filosofale

Cari lettori è giunto il momento di parlarvi di Harry Potter!
Lo so che sarete anche stufi di sentirvelo nominare, ma purtroppo per voi sto partecipando ad un gruppo di rilettura di tutta la saga e ogni volta che finirò uno dei libri vi ritroverete un post che ne parla :P
Non imposterò i post seguendo il solito schema delle recensioni, ma pensavo di scrivere a ruota libera e parlare di cosa mi ha colpito di più, questo perché ormai è cosa risaputa che abbia già letto la saga e che l'adori.
Spero in questi post di incuriosire chi non ha letto i libri e di coinvolgere in una bella chiacchierata chi li ama quanto me.
Bene dopo questa premessa direi di iniziare!





Per prima cosa vi presento la mia copia di "Harry Potter e la pietra filosofale"
Questo è uno dei libri che ho maltrattato di più nel corso degli anni, lo ricevetti in regalo da piccola, ma non mi piaceva molto questo primo capitolo della saga, anche se ora proprio non mi ricordo il perché.
La sovra copertina è sparita 4 o 5 anni fa e da allora il libro risalta nella mia libreria con il suo bel blu acceso.
La mia è una delle prime edizioni e per chi non lo sapesse questo significa che ha una traduzione leggermente differente rispetto a quelle più nuove, penso si tratti solo del nome di alcuni personaggi che sono stati tradotti, mentre invece nelle nuove edizioni li lasciano nella versione inglese, ma non ho mai approfondito l'argomento.
Altra sostanziale differenza solo le immagini, in questi anni vedo spesso in libreria delle edizioni illustrate stupende (che devo comprarmi), nella mia copia ci sono poche figure e le ho sempre trovate orribili!
Da bambina non mi piacevano e a distanza di parecchi anni la mia opinione non è cambiata, ma comunque fanno parte della mia infanzia.
Da notare a questo proposito i capelli che hanno disegnato alla povera Hermione (foto a sinistra la ragazza con il caschetto), poi non so perché ma da metà libro in poi Harry viene disegnato senza occhiali, credo che al tempo nessuno prevedesse il grande successo che avrebbe avuto questa saga e perciò non voglio essere troppo severa in proposito.

CHE COSA HO NOTATO IN QUESTA RILETTURA


I Weasley

La famiglia Weasley si sa è molto importante nella storia e per Harry, ma non ricordavo quanto fosse presente in questo primo libro.
Come quasi tutti sanno Harry incontra la famiglia per la prima volta in stazione ed è proprio la signora Weasley che lo aiuta ad arrivare al binario, mostrandosi fin da subito gentile e amorevole.
I primissimi a capire che il ragazzino occhialuto è Harry Potter sono i gemelli quando lo aiutano a portare il baule sul treno e vedono la cicatrice, dopo aver raggiunto il resto della famiglia e aver riferito la loro scoperta abbiamo la piccola Ginny che implora la madre di lasciarla salire per dare un occhiata, ma ovviamente la madre non l'autorizza e impone a tutti i suoi figli di essere gentili e non fare domande indiscrete al povero ragazzino.
Ho visto in questo comportamento della signora Weasley una dolcezza materna nei confronti di Harry davvero commovente.
Una volta saliti tutti sul treno Ron si siede di  fronte a Harry, ma i due vengono presentati dai Gemelli ed è grazie a quest'ultimi che iniziano a parlare e che la loro grande amicizia ha inizio.
In questa scena della stazione mi è piaciuto soprattutto come la Rowling sia riuscita a parlare dei comportamenti di Ginny facendola rimanere nella mente del lettore anche se ricomparirà nuovamente solo alla fine.
La piccola saluta i fratelli con la mano e rincorre il treno finchè le è possibile e lei è l'ultima cosa che Harry vede prima che il treno svolti e che il viaggio abbia inizio.
Ron è uno dei protagonisti del libro ed è sempre presente ma ho notato quanto spesso compaiano anche i suoi fratelli, soprattutto i gemelli con le loro battute e scherzi riescono a rallegrare la lettura ma si dimostrano anche dei leali amici durante la partita di Quiddich quando cercano di soccorrere Harry che se la deve vedere con la sua scopa imbizzarrita.
Il Natale secondo me è quando Harry diventa un membro onorario della famiglia, Ron e i fratelli sono rimasti a scuola e tutti ricevono in regalo un maglione alla Weasley e la loro madre ne ha fabbricato uno anche per Harry, questo gesto è molto significativo e dolce.

 Neville

Un altro personaggio che ha attirato la mia attenzione è il pauroso e goffo Neville, facciamo la sua conoscenza sul treno quando è alla ricerca del suo rospo con Hermione, ma poi comparirà spesso nella storia sopratutto per la sua smemoratezza e la sua paura di Piton (come dargli torto).
L'imbranato ragazzino è presente in moltissime parti importanti per la storia, come ad esempio quando scoprono dell'esistenza di Fuffi o durante la punizione nella foresta proibita.
Nel film Neville non compare così spesso e penso che sia una sfortuna perché nel libro è evidente quanto riesca ad evolvere come personaggio durante la storia, partecipa perfino ad una rissa contro Tiger e Goyle, mentre Ron le da di santa ragione a Draco.



Pix e il Barone Sanguinario

Chi ha visto solamente i film non credo che conosca questi due personaggi, Pix è un poltergeist, cioè una specie di spiritello famoso per i suoi cattivi scherzi e la sua maleducazione, l'unico che riesce a tenerlo sotto controllo è il Barone Sanguinario, il fantasma che rappresenta la casa Serpeverde.
Pix compare moltissimo nel libro, è antipatico, maleducato e soprattutto spione e quando i ragazzi escono durante la notte hanno paura di incontrarlo perché chiamerebbe subito Gazza.
Ma attenzione perché Pix fa quello che vuole ed è perciò che penso sia uno dei personaggi più imprevedibili del libro.


Lo specchio delle Brame

Una delle scene più commoventi è quando Harry scopre la stanza con lo specchio delle Brame, inizialmente non capisce perché nello specchio veda riflesse una moltitudine di persone ed ha perfino
paura che esse possano essere invisibili come lo era lui poco prima, ma ben presto si rende conto della somiglianza del giovane uomo che vede riflesso e degli occhi della giovane donna e degli altri signori e capisce di trovarsi davanti la sua famiglia.
Prima di allora lui non aveva mai visto il viso dei suoi genitori e non conosceva nessuno degli altri parenti rappresentati dallo specchio, vedersi riflesso circondato dalla sua famiglia gli da una gioia che non ha mai conosciuto.
Lo specchio però è un pericolo per il ragazzo, infatti dopo pochi giorni vediamo quanto ne diventi dipendente, tanto da non mangiare e passare tutta la notte sveglio a guardare la sua famiglia.
Fortunatamente Silente interviene ed in maniera molto umana spiega a Harry il pericolo che corre e trasferisce lo specchio in un luogo sicuro.
Mi ha stupito quando Harry trova il coraggio di chiedere al preside cosa vedesse riflesso e che poi si renda conto che molto probabilmente egli gli aveva mentito quando aveva risposto.


Norberto

La parte della storia che riguarda Norberto mi piace moltissimo, il trio scopre che Hagrid ha rimediato un uovo di drago quando lo trovano in biblioteca a leggere libri sull'argomento.
Vedono la nascita del piccolo drago, ma a distanza di una settimana si rendono conto di quanto cresca velocemente e di quanto sia pericoloso.
Ron verrà anche morso, ma nulla sembra far capire a Hagrid quanto sia rischioso tenere un drago in casa, saranno i ragazzi a convincerlo, per il bene, di Norberto a lasciare che loro se ne "liberino".
Nel film questa parte non c'è, vediamo la nascita del piccolo drago e poi scopriamo che Silente l'ha portato in un posto sicuro, ma cosi hanno tolto tutta la missione di Harry e Hermione per portare il cucciolo sul tetto, il che è un peccato.


Tutto è collegato

Non posso spiegare bene tutti i dettagli che centrano con i libri successivi perché ovviamente non voglio rovinare la sorpresa a coloro che stanno leggendo la saga per la prima volta.
Dico solo che in questa rilettura ho notato davvero tanti collegamenti (alcuni sono dei piccolissimi dettagli) con cose che si scopriranno solo più avanti ed è anche qui che si vede il genio della Rowling, fin dall'inizio ha un idea chiara di come si svilupperanno tutti i libri e non è cosa da poco.


Potrei parlare per ore di questo argomento, ma ho deciso di darmi un limite quindi per oggi vi saluto!



4 commenti:

  1. oh che bellissimo post.. condivido tutto, dalla presenza di Neville che mi ero completamente dimenticata, riguardando più volte il film e non leggendo il libro. ma soprattutto i Weasley, beh tra la presenza dei gemelli, che adoro e la mamma Molly con il suo maglione *-*
    mi piace tantissimo rileggere Harry con tutti voi, è bello non sentirti soli in questo mondo eheheheh
    al prossimo libro, e passa dl mio blog che ho pubblicato l'ultimo post chi commenta partecipa al minigiveaway :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche io mi ricordo di piu il film ed è bellissimo riscoprire il libro insieme a tutte voi :)
      Ora passo subito a commentare il tuo post!
      Ci leggiamo presto ;)

      Elimina
  2. Ciao Emili! Stavolta ti leggo io! ;)
    Mi è piaciuto molto il tuo post: hai riassunto perfettamente ed evidenziato i momenti salienti! Mi è piaciuto anche "spiare" nella tua libreria per vedere la tua copia ^^ La mia è la stessa, solo che non è l'edizione con sovracoperta. Ha le stesse illustrazioni, e a me non sono dispiaciute (a parte Hermione che è davvero inguardabile con quel taglio! XD); ti dirò, ho visto che nel secondo volume non ci sono e già mi mancano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina :) Sono felice che il mio post ti sia piaciuto, ti dirò che nella mia edizione del secondo libro ci sono ancora delle illustrazioni :D non vedo l'ora di iniziarlo *-*

      Elimina