domenica 31 dicembre 2017

FINE ANNO: Bilancio e buoni propositi per il 2018

Anche quest'anno è giunto al termine ed è ora di tirare le somme, analizzando com'è andato questo 2017.
Allora iniziamo !

Letture Totali:  37  esattamente come l'anno scorso O.o  ero convinta di essere migliorata, ma almeno sono state quasi tutte letture soddisfacenti. 

Serie lette:   Harry Potter (6/7)
                       Miss Peregrine (1/3)
                 Secret serie di Pseudonymous Bosh (2/5)
Quest'anno sono stata una schiappa per quanto riguarda le serie, non sono riuscita a finirne nemmeno una :D

Libro più lungo:  Via col vento - Margaret Mitchell (pag 1104)
Libro più corto: Non un romanzo erotico - Silvia Pillin (pag 165)

Numero Recensioni pubblicate:  28
Media giudizio (delle recensioni pubblicate):  4 Gufetti librosi
Numero Rubriche attive:  8

Da questo bilancio super riassuntivo si capisce quanto le cose cambino poco da un anno all'altro, le letture sono lo stesso numero, manco a farlo apposta!
Sono comunque soddisfatta perchè ho una media alta di giudizio nelle recensioni, il che indica che mi conosco abbastanza bene da capire che libri mi piacciano, pur leggendone generi diversi.



Buoni propositi:

  1. Riuscire finalmente ad arrivare a 40 libri letti
  2. Finire Orgoglio e pregiudizio in lingua originale
  3. Leggere un libro in lingua francese
  4. Partecipare attivamente alle Challenge
  5. Scrivere almeno 4 recensioni al mese
  6. Migliorare le rubriche occasionali
  7. Essere più attiva sulla pagina Facebook
  8. Trovare il coraggio di leggere IT
  9. Trovare il tempo per i punti da 1 a 8 :D


Challenge a cui partecipo:








Ideata dal Blog Universi Incantati


Ideata dal Blog La cercatrice di storie


Quest'anno ho deciso di partecipare a poche sfide in modo da riuscire a seguirle meglio dell'anno scorso, sono carica e vi annuncio che ci sarà una bella sorpresa a breve!


Voi cari lettori avete preparato la lista di buoni propositi letterari?
Vi auguro di passare un buon Capodanno e di iniziare il 2018 pieni di energia e positività!
Ci leggiamo presto!



venerdì 29 dicembre 2017

Recensione "L'età dell'innocenza" di Edith Wharton

Titolo:

L'età dell'innocenza

Autore: Edith Wharton
Editore: Corbaccio
Prezzo Ebook: € 5,99

Trama:
"Al centro di questo romanzo c'è una figura di donna tenera, eppure volitiva, desiderosa di affermare la propria individualità, disposta ad affrontare molto in nome della libertà di amare l'uomo che ha scelto e destinata a veder naufragare il suo sogno contro l'ostile rifiuto di una società schiava dei pregiudizi. La cornice è il dorato mondo dell'aristocrazia newyorkese di fine secolo, un mondo brillante e animatissimo che però condanna senza remissione alla solitudine chiunque voglia sottrarsi alle sue convenzioni. Da questo libro è stato tratto l’omonimo film di Martin Scorsese."

Recensione:
Protagonista di questa vicenda è Newland Archer, membro di un'importante famiglia dell'aristocrazia newyorkese e fidanzato con May, una ragazza apparentemente perfetta: graziosa, gentile, educata e di buona famiglia.
Newland è felice e innamorato, finché non giunge in città la cugina di May: Ellen Olenska.
L'arrivo di Ellen scatena molte chiacchiere, in società tutti sanno che si è separata dal marito a seguito di fatti incresciosi, si mormora addirittura che abbia intenzione di divorziare, cosa impensabile per tutti gli aristocratici di New York. Newland in quanto futuro nuovo membro della famiglia cerca di mettere fine alle chiacchiere su Madame Olenska, ma ben presto si accorge di avere a che fare con una donna completamente diversa da quelle del suo ambiente. 
Ellen ha vissuto molti anni all'estero, si interessa di arte e cultura, è molto indipendente, ma non riesce a integrarsi con le convenzioni della società newyorkese; tutte queste caratteristiche scatenano l'interesse di Newland e lo portano a riflettere in modo profondo sul mondo di cui ha sempre fatto parte.
Piano piano Newland inizia a vedere tutto il marcio della società per bene, tutto quello che si nasconde dietro tradizioni e buone maniere, il che lo porta a sentirsi un estraneo nel suo stesso ambiente e sembra riesca ad essere se stesso solo con Ellen.
La Wharton utilizza la storia di Newland per evidenziare in modo lampante i difetti della società conservatrice e ristretta degli aristocratici newyorkesi nel 1870. Il modo di fare di quasi tutti i personaggi mi ha ricordato la serie tv  "Downton Abbey", soprattutto per il profondo desiderio di tutti di evitare scandali, mantenendo un'apparenza candida e altruista.
Questo romanzo mostra le due facce della società "per bene" e tutti gli obblighi e le convenzioni che spingono ad agire in un modo differente rispetto a come si vorrebbe.
La storia è lineare e senza troppi scossoni, ma riesce comunque a coinvolgere il lettore grazia a una scrittura scorrevole e a tratti tagliente. Sono rimasta molto colpita dal fatto che la vicenda è riuscita a sorprendermi nello sviluppo che hanno seguito gli eventi, mi sono totalmente immersa nella storia.


Giudizio:


Personaggio Preferito:
Newland è un personaggio affascinante per quanto sia arguto nel capire determinate situazioni, per il suo desiderio di onestà, ma anche per la sua morale.

lunedì 25 dicembre 2017

Booktag "La gioia del Natale"

Buon Natale miei cari lettori! Vi auguro di passare una meravigliosa giornata tra regali, parenti e deliziose leccornie!
Per festeggiare questa giornata insieme, ho deciso di proporre un post leggero e simpatico, ovvero un Booktag a tema Natalizio. :)



1. Aspettativa: l'eccitazione natalizia è palpabile, quale uscita aspetti di piú?

L'uscita che aspetto con ansia, non ha a che fare con il Natale e neppure con i libri, si tratta del nuovo film di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald *-*
Sono curiosa di scoprire come si evolverà la storia e non so come riuscirò ad aspettare fino a novembre 2018.




2. Canzoni natalizie: quale libro o autore non puoi fare a meno di cantare le lodi? 

Un'autrice poco conosciuta ma che io adoro è: Lisa See. Di suo ho letto "Fiore di neve e il ventaglio segreto" e "La ragazza di giada" (recensione), due libri che mi sono piaciuti moltissimo, sopratutto perchè sono ambientati nell'antica Cina e raccontano una cultura completamente diversa dalla nostra.




3. Casette di pan di zenzero: quale libro al suo interno ha un universo favoloso?

Qui la risposta è abbastanza banale, ma il primo che mi viene in mente è: Harry Potter. Non ho mai trovato una saga di libri con un universo così favoloso e minuziosamente strutturato, non per niente a distanza di più di 10 anni dall'uscita, continua ad attirare lettori.




4. Canto di Natale: qual é il tuo classico preferito?

Ho letto un bel po' di classici, anche se ho ancora delle spaventose lacune in materia, e devo dire che fin'ora ci sono due libri che conquistano il primo posto in questa categoria: "Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen e "Jane Eyre" di Charlotte Bronte.




5. Dolcetti di Natale: quale libro vorresti ricevere a Natale?

Come ogni lettrice accanita ci sono moltissimi libri che vorrei ricevere per Natale, ma se proprio devo restringere il campo, vorrei: "Nord e Sud" di Elizabeth Gaskell e "4321" di Paul Auster.




6. Candele alla finestra: quale libro ti dà una sensazione di calore?

Per rimanere in tema natalizio dico, "Natale, diamanti e baci sotto al vischio" di Katherine Jane Boodman (recensione), un racconto natalizio molto carino che trasmette il calore della festa, con molte risate e allegria.




7. Albero di Natale e decorazioni: qual é la tua copertina preferita?

Qui è proprio difficile dare una risposta, perchè ci sono moltissimi libri con copertine meravigliose.
Le mie preferite sono quella di "Beauty and the cyborg" di Miriam Ciarolo (recensione) e "L'evoluzione di Calpurnia" di Jaqueline Kelly.




8. La gioia del Natale: cosa preferisci del Natale?

Io non sono una di quelle persone che ama il Natale. Ha perso tutto il suo fascino dopo che mia sorella minore ha scoperto la "verità" su Babbo Natale, ma quelche lato positivo lo riesco a trovare anche io. Mi piace ricevere regali, come a tutti presumo, adoro il brulè ai mercatini di Natale (ce ne sono ben 3 a pochi km da dove abito), vado matta per il pranzo natalizio con qualche parente e tanto buon cibo e non mi stanco mai di guardare "Il Grinch".




Bene cari lettori, fatemi sapere come state passando il Natale e vi faccio Tanti auguri di Buone feste e tanta felicità!
Ci leggiamo presto!

sabato 23 dicembre 2017

Recensione "Ogni storia è una storia d'amore" Alessandro D'avenia

Titolo:

Ogni storia è una storia d'amore

Autore: Alessandro D'Avenia
Editore: Mondadori
Prezzo Ebook: € 9,99
Prezzo Cartaceo: € 20,00

Trama:
"L’amore salva? Quante volte ce lo siamo chiesti, avvertendo al tempo stesso l’urgenza della domanda e la difficoltà di dare una risposta definitiva? Ed è proprio l’interrogativo fondante che Alessandro D’Avenia si pone in apertura di queste pagine, invitandoci a incamminarci con lui alla ricerca di risposte. In questo libro straordinario incontriamo anzitutto una serie di donne, accomunate dal fatto di essere state compagne di vita di grandi artisti: muse, specchi della loro inquietudine e spesso scrittrici, pittrici e scultrici loro stesse, argini all’istinto di autodistruzione, devote assistenti, o invece avversarie, anime inquiete incapaci di trovare pace. Ascoltiamo la frustrazione di Fanny, che Keats magnificava in versi ma con la quale non seppe condividere nemmeno un giorno di quotidianità, ci commuove la caparbietà di Tess Gallagher, poetessa che di Raymond Carver amava tutto e riuscì a portare un po’ di luce nei giorni della sua malattia, ci sconvolge la disperazione di Jeanne Modigliani, ammiriamo i segreti e amorevoli interventi di Alma Hitchcock, condividiamo l’energia quieta e solida di Edith Tolkien. Alessandro D’Avenia cerca di dipanare il gomitolo di tante diversissime storie d’amore, e di intrecciare il filo narrativo che le unisce, in un ordito ricco e cangiante. Per farlo, come un filomito, un “filosofo del mito”, si rivolge all’archetipo di ogni storia d’amore: Euridice e Orfeo. Un mito che svolge la sua funzione di filo (e in greco antico per indicare “filo” e “racconto” si usavano due parole molto simili, mitos e mythos) perché contempla tutte le tappe di una storia d’amore, tra i due poli opposti del disamore (l’egoismo del poeta che alla donna preferisce il proprio canto) e dell’amore stesso (il sacrificio di sé in nome dell’altro). Ogni storia è una storia d’amore è così un libro che muove dalla meraviglia e sa restituire meraviglia al lettore. Perché ancora una volta D’Avenia ci incanta e ci sorprende, riuscendo nell’impresa di coniugare il godimento puro del racconto e il piacere della scoperta. E con slancio ricerca nella letteratura – le storie che alcuni uomini, nel tempo, hanno raccontato su se stessi e l’umanità a cui appartengono – risposte suggestive e potenti, ma anche concrete e vitali. Per poi offrirle in dono ai lettori, schiudendo uno spiraglio da cui lasciar filtrare bagliori di meraviglia nel nostro vivere quotidiano, per rinnovarlo completamente nella certezza che “noi siamo e diventiamo le storie che sappiamo ricordare e raccontare a noi stessi”.

Recensione:
Ho finito di leggere questo libro quasi un mese fa, non mi era mai capitato di rimandare una recensione per così tanto, ma proprio non riuscivo a decidermi a scriverla.
Inizio dicendo che il libro mi è piaciuto, ma non l'ho capito molto. Si tratta di un saggio dove il tema principale è l'amore e D'Avenia cerca di descrivere tutte le sfaccettature di questo sentimento attraverso le storie di 36 donne realmente esistite.
Racconta diversi tipi di amore che hanno una sola caratteristica in comune: tra la coppia di innamorati è presente una terza figura, quella della musa. Le storie parlano di personaggi famosi dal punto di vista artistico e culturale, sono molto variegate: alcune sono tristissime, altre sembrano favole e un paio mi hanno fatta rabbrividire per il tragico epilogo a cui sono andate incontro le protagoniste.


Tutte queste vite vengono raccontate dalla voce carezzevole e a tratti sognante di D'Avenia, non sempre è lui il narratore, ma dato che il registro linguistico non cambia, io immaginavo come se fosse sempre lui a parlare al lettore.
Nel corso del libro viene esposta anche un'altra storia, quella di Orfeo ed Euridice, tratta da "Metamorfosi" di Ovidio, l'autore utilizza questa vicenda per esporci le sue riflessioni sull'amore che provano a spiegarci il perchè sia così difficile amare davvero.
Questa è sicuramente la sua opera più filosofica, per questo ho faticato a capire alcuni passaggi; non ho mai studiato filosofia e probabilmente mi mancano delle basi per capire appieno quello che D'Avenia voleva trasmettere, inoltre sono spesso presenti citazioni tratte da poesie, che hanno contribuito nel rendere il testo più complesso.
Mi sento comunque di consigliarvi questa lettura, per tutte le storie che vi sono racchiuse: storie d'amore e di disamore (penso si potrebbe anche definire amore malato), ma soprattutto storie vere; penso che queste donne possano ispirare così come le riflessioni di D'Avenia.
Sicuramente andrò a rileggere alcune storie che mi hanno colpita e sono convinta che ogni volta
ci scoprirò qualcosa di nuovo, perchè questo libro è talmente ricco di sfaccettature che è impossibile coglierle tutte leggendolo una sola volta.



Giudizio:




Personaggio Preferito:
Ci sono delle storie che mi sono rimaste impresse in modo più marcato: quella di Bach e sua moglie Anna o quella di Pirandello e Antonietta, quella di Hitchcock e Alma e molte altre.





lunedì 18 dicembre 2017

Sotto l'albero di natale 4.0

Cari lettori, come l'anno scorso ho deciso di partecipare alla bellissima iniziativa organizzata in occasione delle feste natalizie.
Quest'anno l'evento è gestito dal blog "Le lettrici impertinenti" che propongono ai partecipanti un interessante giveaway, trovate qui il loro post.
Ora iniziamo a scoprire qualcosa in più:



DI CHE COSA SI TRATTA?

SOTTO L'ALBERO DI NATALE 4.0 prende spunto dall'iniziativa Elf Christmas Wishlist, che consiste nel creare una lista di 10 desideri che gli elfi (cioè VOI che aderite all'iniziativa) si sforzano di realizzare. Ognuno di noi nel suo piccolo può rendere felice un'altra persona, a volte basta poco: una parola, un sorriso, un disegno quindi perché non esaudire qualche desiderio tra amanti dei libri?

COME PARTECIPARE?

  • Se siete blogger, aprite un post nel vostro blog e dopo aver spiegato di cosa si tratta (in modo che chiunque legga sappia di cosa si parla) fate la Vostra lista di 10 desideri. 
  • Una volta deciso di partecipare, commentate QUESTO POST con il link della vostra wishlist, in modo che piano piano la lista dei partecipanti venga aggiornata e tutti possano averla sott'occhio per realizzare desideri. 
  • Se siete lettori invece, lasciate un commento con la vostra whishlist e la vostra email. Provvederemo a creare una lista anche per voi!

ATTENZIONE: non è obbligatorio realizzare desideri. Lo scopo di questa iniziativa è regalare sorrisi e questo può essere fatto anche solo con un commento gentile.



Questo è tutto, semplice vero? Spero che vi uniate in tanti perchè è un'iniziativa molto divertente, che permette di conoscere persone nuove e di condividere un po' di sano spirito natalizio!
Io partecipo molto volentieri ed ecco la mia lista dei desideri!

  1. Ricevere dei consigli su argomenti che trovereste interessanti per il blog
  2. Arrivare a 50 Mi piace sulla pagina Facebook del blog (qui)
  3. Segnalibri fatti a mano *-*
  4. Sapere qual'è il libro più bello che avete letto nel 2017 e perchè
  5. Una citazione che portate nel cuore
  6. Una cartolina da posti esotici (o anche dalla vostra città)
  7. Avere più commenti sul blog 
  8. Degli adesivi simpatici 
  9. Sapere com'è nata la vostra passione per la lettura
  10. Ricevere una sorpresa!

Bene cari elfi, se volete contattarmi ecco la mia mail:

egabban@gmail.com

Domani mi metterò anche io il cappello da elfo ed inizierò ad esaudire desideri!

Music monday #18

Buongiorno lettori, come state? Oggi torno a farvi compagnia con la mia rubrica del lunedì, nella quale vi parlo della mia attuale lettura collegandoci una canzone che mi fa pensare alla storia.






Titolo: She's on my mind 
Artista/Gruppo: JP Cooper
Anno: 2017
Durata: 2.59 min


Come sicuramente saprete se mi seguite anche su facebook (mi trovate qui) sto leggendo "l'età dell'innocenza" di Edith Wharton e devo dire che mi sta coinvolgendo parecchio.
A questo libro ho deciso di abbinare una canzone molto moderna principalmente perchè il protagonista Newland non riesce a togliersi dalla mente una donna, che gli ha aperto gli occhi riguardo alla società in cui e nato e cresciuto, facendogli mettere in discussione tutte le sue convinzioni. La storia è ambientata a New York nel 1870 e più precisamente seguendo il punto di vista della classe nobiliare newyorchese.
Newland ora si sente diverso ed intrappolato in una vita che sembra già scritta e che sembra precludergli la vera felicità, staremo a vedere se sarà così.


Qualcuno di voi ha già letto questo libro??

venerdì 15 dicembre 2017

5 cose che.. 5 libri da regalare ai piccoli lettori

Ciao a tutti! Sono una pessima blogger in questo periodo, è da almeno tre settimane che ho finito "Ogni storia è una storia d'amore" e ancora non ho scritto la recensione  >.<
Mantengo vivo il blog praticamente solo con rubrica del venerdì "5 cose che.." ideata da twins books lovers, ma nei propositi per il prossimo anno c'è l'essere più costante con le pubblicazioni sul blog!
Speriamo di riuscirci! :D



Ecco il tema di questa settimana:

5 libri da regalare ai piccoli lettori

Questo è un tema al quale ci tenevo molto a partecipare, perchè penso sia importantissimo regalare libri ai bambini.
Non sarei la lettrice che sono se non avessi avuto persone meravigliose che approfittavano delle feste per riempirmi di libri!
Bisogna trovare il libro giusto per incuriosire il piccolo lettore ed una volta che è scattata la curiosità il gioco è fatto.


Libri Pop Up

Questi libri sono perfetti per i bambini piccolini, che ancora non sanno leggere, perchè le figure che esplodono dalle pagine catturano l'attenzione e sorprendono. Da piccola me ne regalarono e io li adoravo! Penso siano adatti soprattutto perchè danno la possibilità di essere sfogliati anche senza qualcuno che legga la storia, in questo modo il bimbo può iniziare a scoprire la magia dei libri in autonomia.



Geronimo Stilton

Tutti da bambini abbiamo letto le sue avventure, ed anche oggi a distanza di anni il topo più famoso della letteratura per bambini continua a conquistare nuovi piccoli lettori.
In particolare consiglio la collana dei classici di Geronimo Stilton, perchè riescono a "svecchiare" libri famosissimi e renderli accattivanti anche per le nuove generazioni.



Libri di Roald Dahl

Certi libri non invecchiano e sono adatti a grandi e piccini, un esempio perfetto sono quelli scritti da Roald Dahl. Un mix geniale di personaggi strampalati ed umorismo sono le caratteristiche generali di ogni sua storia.




Harry Potter

Non potevo proprio non citare la serie di libri che ha segnato la mia infanzia, Harry Potter è perfetto per accompagnare un bambino verso la scoperta del magico mondo dei libri.
In commercio ci sono delle bellissime edizioni illustrate, particolarmente adatte per introdurre i piccoli lettori alla storia e per coinvolgerli.



L'incredibile storia di Lavinia - Bianca Pitzorno

Un altro libro che non invecchia mai, la storia di Lavinia è spassosa, originale e parla di Cacca, argomento che fa sempre divertire i bambini.
Bianca Pitzorno  è una bravissima scrittrice di libri per bambini e ragazzi, perciò vi consiglio anche gli altri suoi scritti.


Che ne pensate di queste scelte? voi che libro regalereste ad un piccolo lettore?

venerdì 8 dicembre 2017

5 cose che.. 5 regali per amanti della lettura

Ciao a tutti! Oggi si torna con la rubrica del venerdì "5 cose che.." ideata da twins books lovers e per Dicembre abbiamo delle bellissime tappe a tema natalizio, mi sono persa la prima perchè ero in ferie, ma oggi sono carichissima, perciò partiamo:




Ecco il tema di questa settimana:

5 regali per amanti della lettura

Partiamo con la premessa che qualunque amante della lettura vorrebbe ricevere un libro in regalo, ma è molto difficile trovare il libro giusto per un lettore, bisognerebbe conoscere bene la sua libreria e i suoi gusti per non correre il rischio di regalare un libro già letto o che potrebbe non interessarlo.
Fortunatamente ci sono moltissime idee alternative per andare un po' più sul sicuro, pur rimanendo in tema letterario.


Una collana con il suo libro preferito

Poter portare il proprio libro preferito sempre con se sotto forma di piccolo oggetto è un regalo che ogni lettore apprezzerebbe.
Sul sito Etsy ci sono molte possibilità di scelta, io vi consiglio questa ragazza che realizza collane e segnalibri anche su richiesta e personalizzabili.

Costo: € 9,00 + spese di spedizione
Fonte: Etsy 



Un Funko pop a tema letterario

Qui entriamo in un regno molto ampio, quello dei Funko pop, si trovano ormai praticamente ovunque e rappresentano personaggi principalmente di film e videogiochi, ma se ne trovano molti che possono essere rimandati a dei libri.
Penso che questo potrebbe essere un bel regalo per un giovane lettore/lettrice, magari appassionato di saghe molto commerciali come Harry Potter, il signore degli anelli, hunger games ecc.

Costo: In media varia da €10 a €20 al pezzo
Fonte: Amazon



Una Tazza e un buon Tè

Molti lettori sono anche degli accaniti bevitori di tè e tisane, perciò una tazza a tema letterario sarà sicuramente molto apprezzata, specialmente se accompagnata da una confezione nuova fiammante di tè.
Io ho trovato tazze molto carine sul sito Etsy, perciò vi consiglio di dare un'occhiata ed anche nello store del sito Libreriamo, ci sono molte tazze con citazioni bellissime.

Costo: In media varia da €10 a €15 al pezzo + spese di spedizione
Fonte: Etsy e LibreriamoShop



Gift Card di una libreria o di Amazon

Se non sapete i gusti del vostro amico lettore, ma volete renderlo comunque felice con dei libri nuovi ecco la soluzione: comprate una Gift Card di una libreria.
Con questa scelta sicuramente il destinatario sarà entusiasta e voi potrete scegliere l'importo della Card mantenendo la spesa in linea con il vostro budget.
Vi consiglio di valutare se prendere una Gift Card di Amazon, soprattutto se sapete che il vostro amico lettore utilizza un kindle o fa molti acquisti online.

Costo: Lo decidete voi



Segnalibri fatti a mano

Se non avete molti soldi da spendere vi consiglio di regalare al vostro amico lettore un bel segnalibro fatto a mano (o anche più di uno). Per quanti ne possa avere, vi assicuro che i segnalibri non bastano mai e se sono fatti a mano, magari con una dedica, acquistano un significato speciale ed un posto d'onore nel cuore di un amante dei libri.
Su internet trovate moltissimi tutorial ed idee originali, ce ne sono per tutti i gusti e adatte a tutti, perciò sbizzarritevi.

Costo: Minimo
Fonte: Video tutorial youtube


Bene cari lettori, che ne pensate di questi miei consigli? Io personalmente sarei felicissima di ricevere uno di questi regali :D
Ci leggiamo la settimana prossima con un nuovo tema natalizio!

Blogtour+Giveaway "Vuoi conoscere un casino?": Recensione




Buongiorno, oggi voglio coinvolgervi in un bel Blogtour che vi offrirà anche la possibilità di vincere una copia autografata e un segnalibro del libro di cui vi parlerò a breve.

Per partecipare al Giveaway basta che seguiate queste semplici regole:

- Iscriviti come lettore fisso a tutti i blog che ospitano una tappa del Tour;
- Metti "mi piace" alla pagina Facebook del romanzo;
- Commenta almeno 5 tappe del Tour;
- Lascia il tuo contatto (Nome e mail) nella prima (Milioni di particelle) o nella penultima tappa del tour (Il Ciliegio).

Fatto ciò ad ogni partecipante verrà assegnato un numero e il vincitore sarà estratto casualmente con l'uso di random.

Bene ora vediamo un po' di parlare del libro, in questo post troverete la mia recensione ed alla fine il calendario con le altre tappe del tour.

Titolo:

Vuoi conoscere un casino?

Autore: Alex Astrid 
Editore: Edizioni il Ciliegio
Collana: Teenager
Pagine: 284
Prezzo ebook: € 4,99
Prezzo cartaceo: € 17,00

Trama:
" Giorgia è una sedicenne della provincia di Milano, scrive a Martina, la cugina morta pochi mesi prima in un incidente d’auto. Martina diventa così “un diario”, un’amica invisibile che accoglie tutte le confessioni e gli sfoghi di Giorgia. La prima lettera è datata 5 febbraio 2014 e narra gli avvenimenti accaduti subito dopo la scomparsa di Martina. Nelle lettere successive Giorgia racconta la sua vita: la famiglia, gli amici, gli amori, ma anche le delusioni e le grandi e piccole gioie. La ragazza racconta soprattutto la storia di un viaggio interiore che la porta fino alla liberazione delle proprie paure e incertezze.
In Vuoi conoscere un casino? c’è tutto il mondo dei giovani di oggi, senza filtri e ipocrisie. "

Recensione:
Il primo impatto con questa storia è stato molto emozionante, conosciamo Giorgia la protagonista quando decide di scrivere a sua cugina Martina, scomparsa da poco per colpa di un ubriaco al volante. Nelle prime pagine troviamo lo strazio che prova Giò e l'impossibilità di accettare quel che è accaduto, le due erano molto legate ed ora la nostra protagonista si sente completamente persa.
Le lettere ben presto si trasformano in un diario che permette a Giò di sfogarsi e di sentire ancora vicina la sua amata Martina.


Grazie alle pagine di quel diario noi lettori viviamo insieme a Giorgia la nuova quotidianità che acquista un equilibrio, finchè l'amore non ci mette lo zampino, quando conosce Riccardo, un ragazzo irresistibilmente bello ma dalla vita complicata.
Questo libro è una continua altalena di sentimenti che vanno dalla più grande felicità alla disperazione, affrontando tutte le sfumature e gli sbalzi tipici dei primi amori adolescenziali.
Spesso mi sono ritrovata a pensare "Lascialo perdere, non ti merita!" oppure "No, non fatti trattare così", quindi mi arrabbiavo un po' con la protagonista, ma poi pensavo che ha sedici anni anche io avevo le stesse reazioni.
Durante la lettura ho avuto diversi flashback del mio passato, ed è stato bello riprovare sentimenti legati alla mia adolescenza, l'ho vissuto quasi fosse un viaggio nel tempo e ciò mi ha permesso di entrare in sintonia con Giorgia.
La storia è narrata come ho già detto sotto forma di diario, perciò in prima persona e con un linguaggio molto diretto e giovanile.
Giorgia racconta tutto della sua vita senza filtri, non solo per quanto riguarda l'amore, ma anche per le amicizie, la famiglia, la passione per la lettura ecc.
A questo proposito vi avviso che ci sono molti riferimenti a libri famosi come "Colpa delle stelle" e "Allegiant" e che Giò ne parla facendo Spoiler, lettore avvisato mezzo salvato.
Mi sono molto affezionata al personaggio di Giorgia, la sua storia è talmente realistica da farmi venire il sospetto che sia autobiografica, ma poco importa perchè l'importante è che un libro trasmetta qualcosa e questo ci riesce.
Penso che questo libro sia adatto a tutti: agli adulti per provare ad entrare nel mondo degli adolescenti di oggi, ai ragazzi per non sentirsi soli in mezzo al casino dell'adolescenza e ai giovani adulti, per ricordare un periodo della vita che hanno superato da poco, quasi senza rendersene conto.

Giudizio:



Personaggio Preferito:
Giorgia perchè alla fine della storia mi è sembrato di aver conosciuto una persona reale, con cui probabilmente andrei anche molto d'accordo.


Ed ecco il calendario del Tour, fate un salto dalle mie colleghe per scoprire qualcosa in più su questo libro!