domenica 25 dicembre 2016

Regalo di natale: Presenzione racconto natalizio e intervista all'autrice

Buon Natale miei carissimi lettori!
Per questo giorno di festa e gioia ho preparato un post tutto in tema natalizio!
Per prima cosa ho il piacere di presentarvi un breve e simpatico racconto 



Titolo:NATALE, DIAMANTI E BACI SOTTO AL VISCHIO
Autore: Katherine Jane Boodman
Editore: Elister Edizioni
Prezzo Ebook: 0,99 €

Trama:
"2 RACCONTI IN 1. Due case, un’unica famiglia, la cena della vigilia di Natale, amici e parenti riuniti per festeggiare.
Da una parte un set di personaggi di prim’ordine: il traditore, l’amante, la melodrammatica, il tatuatore, la coppia perfetta, lo sfinito, la spocchiosa, la smemorata, l’insopportabile, la stringi guance, il fumatore di sigari, l’urlatrice e il saggio.
Un pasto che non finisce mai. Risate, affetto e… una spilla di diamanti rubata.
Chi l’avrà presa? Ma, soprattutto, quando si alzeranno da tavola?
Dall’altra parte, abbiamo Emma, una restauratrice non troppo considerata, che è stata obbligata a partecipare alla cena della vigilia di Natale a casa dei suoi genitori.
Alla serata saranno presenti anche amici di vecchia data dei genitori e il fratello, con cui Emma porta avanti una diatriba che dura da anni.
A sorpresa, però, arriva anche un amico del fratello, Tommaso, un ricercatore informatico dal carattere piuttosto chiuso a causa di un’infanzia difficile.
Tra cioccolate al peperoncino, gelosie mai superate e una simpatica nonnina dall’udito compromesso, cosa accadrà sotto al vischio prima dello scoccare della mezzanotte?"

Leggendo la trama vi siete incuriositi? Benissimo perchè per voi c'è anche un esclusiva intervista all'Autrice Katherine Jane Boodman, che è stata gentilissima ad accettare il mio invito.


Io: Ciao Katherine e benvenuta, inizio dicendoti che la sinossi del tuo doppio racconto di natale mi intriga moltissimo, sono curiosa di sapere: come è nata l'idea di intrecciare due racconti che a prima vista sembrano totalmente opposti? 

K: Il mio editore mi scrive chiedendomi se potevo redarre un racconto di Natale, avevo tempo circa un mese. Panico totale! "E adesso che mi invento?" ho detto subito, poi ho pensato alle caratteristiche del Natale, i pranzi, lo stare insieme, la neve, le decorazioni e ho scritto così i due racconti che all'inizio dovevano essere separati. Quando l'editore li ha letti però mi ha proposto di unirli e così li ho fatti diventare un'unica famiglia.

Io: In questa storia c'è gruppo estremamente eterogeneo di personaggi, quale di questi ti rappresenta di più?

K: Io mi vedo vicina a Tommy, il protagonista del primo racconto. Sincero, forse troppo, dalla lingua estremamente lunga, spigliato e furbetto, ma dal cuore grande.

Io: Continuiamo ad esplorare il mondo dei personaggi, qual'è in assoluto il più strampalato? 

K: Ho creato un vero set di personaggi strampalati, ma quelli che lo sono di più sono forse la bisnonna Dotti e la nonna Olga, una con la memoria che fa cilecca, l'altra con problemi d'udito, ne leggerete delle belle.

Io: I tuoi libri hanno sempre uno stile molto ironico e divertente, vuoi darci una piccola anticipazione di un fatto particolarmente buffo che andremo a leggere?

K: Dalle tirate di capelli sotto al vischio, ai dialoghi strampalati della nonna Olga, ho cercato di intingere questo racconto in un barattolo pieno di ironia e aria natalizia. A voi il compito di dirmi se ci sono riuscita o meno.

Io: La vicenda è ambientata alla Vigilia di Natale, quanto sarà presente la magia del Natale in questa storia? 

K: Sarà tutto incentrato sul clima natalizio. Ho inserito molte descrizioni legate non solo alle tavole imbandite ma anche ai quartieri illuminati e agli alberi decorati. Ho cercato di mettere in primo piano la letizia del Natale, più che la storia in sè.

Io: Qual'è la tradizione natalizia che preferisci? 

K: Il riunirsi insieme intorno al tavolo imbandito per festeggiare, ridere, passare una serena festività. E poi la tombola, i giochi, le chiacchiere, amo lo stare insieme.

Io: Spiegaci brevemente perche tutti i lettori dovrebbero leggere questa storia?

K: Perchè è una storia che riguarda un pò tutti, parla di due famiglie normali, come tante, con parenti bislacchi, ognuno con le sue imperfezioni. E' un racconto che vuole rallegrare, aumentare lo spirito natalizio.

 Io: Ultimissima domanda, quali progetti hai per il 2017?  

K: In cantiere ho già un altro libro, un romanzo rosa e una saga fantasy, di cui ho quasi terminato il primo volume. Ho in mente anche di scrivere la parte conclusivo del libro Isabella e I pedoni danzanti. Un po' alla volta forse riuscirò a fare tutto.

Non so voi cari lettori, ma dopo questa intervista io ho una voglia matta di iniziare a leggere questa storia cosi allegra e in pieno stile natalizio!
Voi che cosa ne pensate? 

Io e Katherine vi salutiamo e vi auguriamo di passare una meravigliosa giornata! 


 

2 commenti: