giovedì 29 settembre 2016

Recensione "Se fosse per sempre" di Tara Hudson


Titolo:

Se fosse per sempre

Autore: Tara Hudson
Editore: Casa editrice nord
Prezzo con copertina rigida: €18.60
Prezzo con copertina flessibile: €9.00

Trama:
"Chissà da quanti anni Amelia si aggira sull'argine del fiume, invisibile al mondo e sospesa in un eterno presente. Quand'è morta - proprio in quel fiume di anni ne aveva solo diciotto e, da allora, una specie di nebbia ha inghiottito ogni suo ricordo, dal volto della madre alle risate degli amici, dal profumo delle rose al sapore delle albicocche, condannandola a una cupa solitudine. Finché, un giorno, avviene una cosa incredibile: nelle stesse acque scure che hanno segnato il destino di Amelia, un ragazzo rischia di annegare. E lei riesce ad aiutarlo, a salvarlo, a farlo vivere. Perché quel ragazzo - unico al mondo? - può vedere Amelia, può sentire la sua voce, può accarezzare il suo viso. In quell'istante, lei capisce di non essere più sola, di aver trovato qualcuno pronto ad affrontare qualsiasi sfida, per lei. Ma, soprattutto, di aver trovato qualcuno in grado di far palpitare il suo cuore, quel cuore che ormai aveva cessato di battere. Se fosse per sempre, sarebbe un amore perfetto. Se fosse per sempre..."

Recensione:
Ho deciso di leggere questo libro, nonostante abbia un titolo da storia d'amore zuccherosa, perchè mi ha incuriosita la trama e sopratutto il personaggio di Amelia.
Lei è la narratrice e protagonista di questa storia, non ricorda quasi nulla di chi era e vive in solitudine da non si sa quanto tempo; se ve lo state chiedendo, no, non ha preso una botta in testa, la sua amnesia è dovuta al fatto che Amelia è morta.
Ha avuto una fine violenta e da allora vaga tra i vivi, ma senza avere la possibilità di comunicare o interagire in alcun modo con loro, o almeno finché non riesce a salvare un ragazzo che rischiava di fare la sua stessa orribile fine.
Dopo questo avvenimento le cose cambiano, perche Joshua, dopo essere stato salvato, riesce a vedere e perfino a toccare la nostra fantasmina solitaria ed Amelia inizia ad avere lampi di memoria e momenti in cui prova sensazioni umane.
Ora, però, le cose iniziano a complicarsi, perchè appare un altro personaggio soprannaturale di nome Eli, il quale si può descrivere come bello e dannato, che inizierà a spiegare alcune cose ad Amelia sull'aldilà e sul perche secondo lui sono destinati a stare insieme.
Ma ovviamente Amelia non ci pensa neppure a stare con questo malvagio signore delle tenebre e perciò lui scompare per un po', mentre lei corre da Joshua e in pratica non lo molla più.
Gli confessa la sua natura soprannaturale, che lui per altro accetta quasi senza problemi, e cosi inizia la loro storia.
D'altronde è una cosa normale che la ragazza che ti piace ti confessi di essere un fantasma che per altro solo tu puoi vedere.


Faccio fatica a spiegare la trama perche è veramente contorta, in pratica lui la porta subito a casa sua (tanto è l'unico che può vederla) ma si scopre che anche la cara nonna Ruth ci riesce, d'altronde un'anziana donna fissata con il soprannaturale, era quasi inevitabile che potesse avere questa capacità.
La cara nonnina si dimostra da subito estremamente ostile con la nostra protagonista (datele torto, suo nipote esce con una ragazza morta) e proprio per questo mi è piaciuta molto come personaggio.
E' una donna tosta che mette al primo posto la famiglia.
Ma ormai la coppia è nata ed Amelia inizia a scoprire di nuovo le sensazioni umane, in pratica ogni volta che Joshua la sfiora è come se prendesse fuoco. 
Direte: che cosa carina! e sono d'accordo, ma quando si legge per cinquanta volte la stessa descrizione si inizia a sperare che prenda fuoco sul serio in modo da piantarla li.
E' ironico che abbia avuto questo pensiero per gran parte di questa lettura perche verso la fine succede qualcosa di molto simile.


I due iniziano poi ad indagare sull'identità di Amelia e per farlo lei dovrà tornare a parlare con il malvagio Eli.
Non aggiungo altro per evitare troppi spoiler e perché penso proprio che non si capirebbe nulla.
Come facilmente avrete notato la trama è molto complicata, succedono tante cose magari anche sconnesse tra loro che mi hanno creato uno stato di confusione (è probabile che lo sia anche questa recensione perciò scusatemi).
Devo dire che sono rimasta delusa da questa lettura, le premesse erano buone, ma la storia doveva essere sviluppata in modo più chiaro e semplice.
Ci sono molte regole nel mondo soprannaturale e questo può starci ma poi piano piano tutte vengono "superate" facendomi pensare che Amelia non sia poi cosi fantasma come continua a ripetere, per di più non può passare attraverso agli oggetti
Questa è stata una delusione per me che ho sempre trovato che sia la caratteristica più interessante di un fantasma.




La storia d'amore tra Joshua e Amelia mi è sembrata proprio banale, forse perchè i due personaggi sono caratterizzati in maniera abbastanza superficiale.
Speravo che i due prima di concentrarsi sul loro amore decidessero di indagare sull'identità di Amelia, cosa che fanno ma in un modo che non mi ha convinto del tutto.
Ci credete se vi dico che non hanno neppure fatto una ricerca su internet?
Per di più in tutta la storia i due non hanno mai, e dico mai, parlato del fatto che una relazione tra vivente e fantasma implica che Joshua dovrà invecchiare mentre Amelia rimarrà sempre la stessa.
Le spiegazioni ai quesiti che il lettore si pone vengono date quasi tutte (c'è un seguito a questo libro perciò proprio tutto non poteva essere rivelato), ma anche queste mi sono sembrate un po fiacche.
Nel complesso devo dire che questo libro non mi è piaciuto molto, l'ho finito ieri e già me lo sto dimenticando quindi non servono molte altre spiegazioni.


Giudizio:


Personaggio Preferito:
Eli (che vi ho solo accennato nella recensione ma che nella storia è abbastanza presente)
Mi è piaciuto perchè è uno dei personaggi più caratterizzati della storia, è un egoista assetato di potere ma il suo passato lo fa apparire con una nota più dolce, soffre per la sua solitudine e per quello che ha perduto.



Nessun commento:

Posta un commento